DISPOSITIVO DI STRUTTURAZIONE DELL'ACQUA PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELLE PIANTE AROMATICHE

 

L'effetto della strutturazione dell'acqua ALCHEWAT è stato scientificamente confermato

 

Domenico Prisa *

CREA - Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali)

 

Research Article

GSC Biological and Pharmaceutical Sciences, 2020, 12(03), 017-023.

Article DOI: 10.30574/gscbps.2020.12.3.0270

DOI url: https://doi.org/10.30574/gscbps.2020.12.3.0270

Storia della pubblicazione: Ricevuto il 20 agosto 2020; rivisto il 01 settembre 2020; accettato il 03 settembre 2020

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Effetto dell'acqua strutturata sulla crescita vegetativa di Lavanda (A), Rosmarino (B) e fiori di Lavanda (C). Legenda: controllo (CT); (SW) acqua strutturata

 

Astratto:

L'articolo presenta i risultati della ricerca volta a migliorare la crescita delle piante aromatiche e stimolare le comunità microbiche nella rizosfera di due piante di prova (Lavanda e Rosmarino), utilizzando un dispositivo di strutturazione dell'acqua (Alchewat). Le sperimentazioni, iniziate a novembre 2019, sono state condotte nelle serre del CREA-OF a Pescia (PT). I gruppi sperimentali erano: i) gruppo senza acqua strutturata, irrigato con acqua e substrato precedentemente fertilizzato; ii) gruppo con acqua strutturata, irrigata con acqua e substrato precedentemente fertilizzato. Il test ha evidenziato un significativo miglioramento dei parametri agronomici analizzati nelle piante di Lavanda e Rosmarino trattate con acqua strutturata. In particolare, tutte le piante trattate con acqua strutturata hanno mostrato un aumento significativo dell'altezza della pianta, del peso vegetativo e delle radici, della biomassa totale dei fiori e della carica microbica totale. Inoltre si è registrata una significativa riduzione nella Lavanda del numero di piante essiccate nel trattamento delle acque strutturate e un trend positivo nel Rosmarino, ma non significativo. I risultati di questo esperimento sono conformi alla letteratura e ai dati di osservazione sul campo che riportano un effetto benefico dell'acqua strutturata sulla crescita delle piante, sulla salute, sulla quantità e sulla qualità dei raccolti. Molto interessante è anche l'incremento nel substrato delle tesi trattate con acqua strutturata del numero di microrganismi utili, che sono probabilmente sostenitori del miglioramento della crescita delle piante. La presenza di microrganismi nel substrato può anche influenzare la resistenza allo stress biotico e abiotico delle piante. Questi aspetti diventano di conseguenza molto interessanti per il coltivatore che può ridurre l'uso di acqua e fertilizzanti e aumentare la qualità delle piante utilizzando tecniche alternative.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Effetto dell'acqua strutturata sulla crescita delle radici di Lavanda (A) e Rosmarino (B) Legenda: (CT) controllo; (SW) acqua strutturata

 

Articolo a testo completo in PDF:

Clicca qui

Clicca qui (traduzione in italiano)

 

Informazioni sul copyright:

Copyright © 2020 Gli autori mantengono il copyright di questo articolo. Questo articolo è pubblicato secondo i termini della Creative Commons Attribution Liscense 4.0

 

Breve biografia dell'autore:

Il Dott. Domenico Prisa è Dottore in Filosofia - PhD, Crop Science Production (S.Anna-School of Advances Studies). Laurea Magistrale in Biotecnologie Vegetali e Microbiche (Università di Pisa). Attualmente è ricercatore presso il Consiglio per la Ricerca e l'Economia Agraria (CREA) - Unità di Ricerca Piante Paesaggistiche e Vivai di Pescia (PT). Attività in piante ornamentali e orticoltura, con particolare riferimento allo studio di microrganismi e biostimolanti su piante grasse e cactus. Relatore a numerosi convegni nazionali e internazionali in floricoltura, agricoltura sostenibile, substrati innovativi e biostimolanti, microbiologia e apicoltura. Le sue competenze comprendono biotecnologie e tecniche colturali innovative.